La Rabbia e la sua Gestione

  • Emdr
  • Spazi di Psicologia EMDR

La rabbia è un’emozione molto intensa di cui tutti abbiamo fatto esperienza. Generalmente è legata ad un sentimento di profonda ingiustizia, alla percezione di aver subito un danno o di essere in pericolo. E’ una risposta naturale ed adattiva che ci permette di difenderci nel momento in cui siamo attaccati o percepiamo una minaccia, verso di noi o verso chi per noi è importante.

La natura della rabbia è pertanto difensiva.

Nonostante la rabbia sia un’emozione normale e sana, a volte può trasformarsi in un elemento distruttivo e diventare un’emozione incontrollata. Può causare problemi sul lavoro e nei rapporti interpersonali e condizionare la qualità di vita. In molti casi la rabbia ha il potere di farci sentire in balia dell’emozione e della situazione e per questo è un sentimento percepito come imprevedibile e potente.

Così come per le altre emozioni, è accompagnata da cambiamenti fisiologici e biologici: la frequenza cardiaca e la pressione tendono ad aumentare, così come i livelli ormonali.

 Possiamo parlare di tre diversi gradi di intensità di rabbia:

  • rabbia normale, intesa come emozione reattiva ad una situazione specifica;

  • rabbia patologica, intesa come uno stato emotivo duraturo ed ingestibile che si manifesta internamente o esternamente;
  • ostilità, inteso come tratto stabile di personalità e caratterizzato da uno stile di conoscenza e di relazione basato sul conflitto/scontro;
  • comportamento collerico, inteso come espressione di una rabbia improvvisa;
  • comportamento abusante, inteso come comportamento che ha l’obiettivo di umiliare la vittima e di ottenere potere e controllo sull’altro.

L’obiettivo terapeutico quando si lavora con l’EMDR sulla rabbia è indagare dove e quando quel comportamento è stato appreso nello sviluppo. Spesso infatti i comportamenti collerici o abusanti rappresentano manifestazioni sintomatiche di traumi irrisolti che hanno generato delle modalità di risposta stereotipate, originariamente usate come risposte di sopravvivenza in situazioni di pericolo sperimentate nell’infanzia. 

E’ indispensabile comprendere il ruolo che la rabbia e l’aggressione hanno per la persona: a cosa è servita nel passato? In alcuni casi può essere stata utilizzata per attirare l’attenzione degli altri, in altri per ridurre lo stress ed, in altri ancora, a controllare o ferire gli altri oppure semplicemente a proteggersi.

La ricerca suggerisce che il background familiare ha un ruolo fondamentale nella gestione della rabbia. Generalmente le persone facilmente irritabili provengono da famiglie spesso dirompenti e caotiche.

L’intervento terapeutico sulla rabbia con l’EMDR consiste  in un primo momento di gestione dell’emozione collerica (modalità in cui si presenta) e di comprensione di cosa attiva oggi la reazione rabbiosa; in un secondo step  si indaga quali esperienze traumatiche infantili dell’infanzia hanno creato ed attivato gli schemi relazionali patologici.


Spazi di Psicologia EMDR
Studio di Psicologia EMDR a Torino e Cuneo

P.I. 09604160011
© 2021. «powered by Psicologi Italia». È severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.
www.psicologi-italia.it